Grazie del pensiero: una mia risposta pubblica per “A.T.”

15

27 febbraio 2017 di Scarpe Sciolte

Ciao gentaglia!
Oggi mi ritrovo qui non tanto per scrivere un articolo, bensì una risposta pubblica.
Ebbene si, durante la mia breve vacanza in Italia, peraltro appena terminata, mi arriva nella inbox di WordPress una richiesta di “moderazione di commento”.

Giusto per chiarire la cosa, quando commentate direttamente il blog, è necessario che qualcuno autorizzi il vostro commento, in modo tale che questo sia poi visibile a tutti.
Di solito, nei blog “normali”, ovvero quelli gestiti da più persone, la moderazione avviene nell’arco di 10 minuti. Purtroppo visto che questo sgangherato baraccone lo gestisco da solo, può succedere che l’autorizzazione di un commento richieda anche qualche giorno.
Non vogliatemente. Ho anche altre cose da fare.

Vabbè, questa breve introduzione giusto per dirvi che questo commento l’ho ricevuto qualche giorno fa ma solo oggi riesco a rispondergli in maniera doverosa.

Un simpatico lettore britannico, è finito “suo malgrado” su questo blog e, democraticamente ha detto la sua. E io non vedo perchè non rispondere…

Cominciamo con il commento di “A.T.” scritto in un perfetto italiano per il quale si merita i miei più sinceri complimenti.

Buonasera Sig. Stefano.

Mio malgrado sono capitato sul Suo blog ed ho letto cose che non mi fanno affatto piacere ed offeso come cittadino Inglese: definire la scelta DEMOCRATICA presa da milioni di Britannici ” un grosso tumore cerebrale metastatico” mi sembra a dir poco assurdo. Ma lei chi si crede di essere? Se a Lei e a tutti gli Italiani che risiedono nel Regno Unito (e che quindi lavorano e mangiano grazie a questo paese) non sta bene questa situazione siete liberissimi di alzare i tacchi, nessuno vi ha chiesto di venire qui. Per quanto riguarda l’eventuale indipendenza della Scozia non credo avverrà mai per il fatto che la Scozia senza l’Inghilterra vale 0. Le auguro una buona serata ed a giudicare con meno saccenza e più umiltà la decisione presa dalla maggioranza di un popolo sovrano.

Gentile “A.T.”, non sono abituato a dare del Lei in un blog e non comincierò proprio oggi, pertanto non vorrei ti offendessi ma mi rivolgerò a te dandoti del Tu.
Innanzitutto permettimi di dire che mi sarebbe piaciuto tanto sapere il tuo nome di battesimo, se non altro per dover evitare di chiamarti Mr. T che capisci da te fa veramente troppo A-team e avrei difficoltà a farcela.
Vabbè faccio finta che quella “A” stia per Anthony e, se così non fosse, amen, il succo della questione non cambia.

Quindi, caro Anthony, partiamo dal concetto di “scelta democratica”.
Ti sembra democrazia che Westminster abbia completamente ignorato il fatto che la Scozia abbia votato al 67.2% per il remain?
Ti sembra democrazia quanto successo con 
il Trident nel Clyde?
Ma sopratutto, e qui gradirei seriamente avere una tua opinione, l’avere ottenuto un risultato (parlo del referendum) grazie a promesse ritrattate poche ore dopo l’esito, non rende l’esito stesso “eticamente discutibile”?.
Parlo, giusto per fare un esempio, dei 350 Milioni a settimana, promessi all’NHS in caso di Brexit, che Farage ha prontamente ritrattato poche ore dopo l’esito del referendum.
Giusto per rinfrescare la memoria…
https://www.youtube.com/watch?v=kP1USSOn9rA

Io sono del modestissimo ed umilissimo parere che, 51.8 % contro 48.2%, basandosi su promesse ritrattate dopo dodici secondi, non è democrazia. E’ marketing. E pure fatto bene purtroppo.

Spiegami perchè i due vincitori “politici” di questo referendum hanno preferito farsi da parte anzichè prendere le redini della situazione.
Spiegami quindi come mai a Westminster c’è la May anziché Johnson o Gove che il referendum l’hanno voluto e promosso (e vinto).

https://www.theguardian.com/politics/live/2016/jun/30/brexit-live-theresa-may-and-boris-johnson-set-to-announce-leadership-bids

Politica a parte, spiegami se l’aumento dei crimini a base razziale, i cosidetti hate crimes, sono parte della democrazia di cui parli.
Spiegami pure, quando hai un secondo, se per te 
minare la stabilità di una famiglia che regolarmente vive, lavora e paga onestamente le proprie tasse in questo paese, è un bell’esempio di democrazia.
Ah, a proposito di gente che lavora, nel tuo simpatico messaggio dici “
Se a Lei e a tutti gli Italiani che risiedono nel Regno Unito (e che quindi lavorano e mangiano grazie a questo paese)…”, vorrei ricordarti che lavorare e mangiare significa anche pagare le tasse, avere dei conti correnti da cui paghiamo mutui grazie ai quali le “vostre” banche fanno profitto, facciamo spesa nei supermercati che, di rimando, necessitano di personale che a sua volta fa la spesa e paga le tasse. Ah, e non dimentichiamoci che senza italiani rischiereste di mangiare fish and chip per tutta la vita. Ah no, pure il fish and chip l’abbiamo portato noi…
http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/europe/italy/11426124/Italy-lays-claim-to-inventing-fish-and-chips-and-bringing-it-to-the-UK.html

Vabbè, battute a parte, già che ci siamo, dimmi pure se è stata una mossa furba quella che ha portato l’HSBC a spostare parte delle sue “alte sfere” in un paese “europeo”.
http://www.independent.co.uk/news/business/news/brexit-latest-news-hsbc-bank-move-20-per-cent-fifth-london-banking-operations-paris-chief-executive-a7532711.html
E per alte sfere intendo salari alti e, se la matematica non è un’opinione, alte tassazioni e consumi. Andiamo avanti? Ma si dai!

Possiamo pure parlare del costo della benzina che è lievitato e sembra continuare a salire nei prossimi mesi, del costo del riscaldamento e dell’elettricità, dei beni d’importazione e di tante altre cose di cui sicuramente sarai più informato di me.
https://www.theguardian.com/business/2017/jan/03/petrol-food-prices-uk-rising-2017
https://www.theguardian.com/money/2016/sep/01/home-energy-bills-will-rise-following-brexit

Un pieno, rispetto a sei mesi fa, costa in media 15 centesimi in più al litro,
Un toblerone, nello UK, adesso ha circa il 10 percento in meno di cioccolato rispetto a tutti gli altri paesi del mondo
https://www.nytimes.com/2016/11/09/world/europe/toblerone-triangle-change-uk.html?_r=0
Vogliamo parlare di Tesco ed Unilever?
http://www.independent.co.uk/news/uk/home-news/tesco-running-out-food-marmite-brexit-unilever-price-row-weak-pound-a7358541.html
Vogliamo parlare delle farm e della crisi che si prevede nei prossimi mesi per la carenza di lavoratori stagionali?
https://www.theguardian.com/environment/2017/feb/21/farmers-warning-eu-seasonal-workers-nfu-conference-birmingham

Effettivamente, sapresti spiegarmi dove sarebbe il vantaggio di questa fantomatica Brexit?
No seriamente. Sparami qualche punto per cui questa Brexit vi porterà fama, gloria e successo. Perchè io non lo sto vedendo.

Ah! Quasi mi stavo dimenticando.
Giusto per non farci mancare niente, la sterlina non accenna a fermare la sua bella picchiata verso il baratro…
http://www.telegraph.co.uk/business/2017/02/27/ftse-100-rises-pound-skids-one-week-low-reports-second-scottish/

Se per te tutto questo è il massimo possibile in termini di macroeconomia, sei liberissimo di dissentire, ma permettimi di non essere del tuo stesso parere e, visto che siamo in democrazia, come giustamente mi hai ricordato tu, lasciami pure essere libero di dirlo. Specialmente qui che siamo in casa mia.
Sono italiano. Non stupido.

Ora spendo altri 2 minuti del tuo tempo parlando della tua posizione circa la Scozia.
Se avessi letto tutto l’articolo fino in fondo avresti sicuramente visto che, nonostante io sia a favore di un eventuale Scozia “libera”, gli aspetti negativi di un eventuale indipendenza sarebbero particolarmente importanti e, nello stesso articolo che ti ha tanto indignato, ho provato proprio a sottolineare che un eventuale indipendenza scozzese potrebbe creare seri danni alla nostra economia.
Questo pensiero è stato poi ampliato 
dal secondo articolo scritto questa volta da un mio amico expat che, oltre a rubarvi il lavoro, vi sta pure rubando le donne visto che convive con una ragazza inglese, e che ha evidenziato tutte le eventuali problematiche economiche legate ad un eventuale uscita della Scozia dal Regno Unito in maniera seria e professionale.

Ah giusto per un piccolo appunto circa il concetto di “umiltà”.
Per quanto riguarda l’eventuale indipendenza della Scozia non credo avverrà mai per il fatto che la Scozia senza l’Inghilterra vale 0.
Diciamo che queste tue parole spiegano alla grande cosa significhi NON essere umili 🙂
Dimmi la verità, mi stai scrivendo dal sud del vallo vero? 😉

Voglio chiudere questo breve messaggio chiedendoti se è questo il tipo di “Regno Unito” a cui aspiri:
https://www.theguardian.com/uk-news/2017/feb/26/grandmother-deported-from-uk-despite-being-married-to-briton-for-27-years

http://www.independent.co.uk/news/uk/home-news/exception-student-deportation-three-months-before-graduation-sri-lanka-home-office-amber-rudd-a7600511.html?utm_content=buffer30e3c&utm_medium=social&utm_source=twitter.com&utm_campaign=buffer

Ci sarebbe parecchia altra robetta ma sono sicuro che ne sei gia al corrente quindi mi risparmio
link su link.
Ora, se è proprio questa una nazione a cui aspiri, sono contento per te. Siete proprio sulla strada giusta. Un pò in ritardo rispetto all’Italia e all’America ma, come si dice da noi, meglio tardi che mai.
Io, nel mio piccolo, non smetterò mai di tifare Scozia 🙂

Ti mando un abbraccio. Uno di quelli che non tengono conto del passaporto.

Ste

PS
Mi scuso per l’impaginazione ma WordPress oggi ha deciso di darmi problemi….
bah…

Annunci

15 thoughts on “Grazie del pensiero: una mia risposta pubblica per “A.T.”

  1. LaPasionaria ha detto:

    Applausi. Per la tua risposta, ovviamente.

    Liked by 1 persona

  2. Daniela ha detto:

    Sei un grande 👏👏👏

    Mi piace

  3. Cristina ha detto:

    Ce ne sono molti come questo che ti hanno scritto purtroppo… Loro vorrebbero sostanzialmente che tutti gli immigrati (EU) se ne andassero e che lasciassero posto a loro visto che dicono che gli immigrati rubano il lavoro e cavolate del genere. Ne ho letti di commenti nelle varie testate, autorevoli o meno (come l’Indipendent) dove dicevano cose che non stanno né in celo né in terra, opinioni basate sul nulla, fatti sulla rabbia sul razzismo (?) non so neanche io cos’altro.
    Personalmente la vedo così: se una persona che viene da un altro paese e che non sa perfettamente la lingua riesce a sistemarsi ad avere un lavoro onesto senza rompere le scatole a nessuno, e sopratutto rispettando le regole e pagando le tasse come tutti, il problema non sono gli immigrati che ti rubano il lavoro, sei tu che vivi con i benefits e ti va bene così…In Italia zero welfare e con il cavolo che stai a casa mantenuto dallo stato. Dovrebbero venire qua a vedere e capire la differenza tra gli immigrati nei centri di detenzione e che costano una cifra, e “gli immigrati che cattivi che rubano il lavoro”.
    Con la scusa della Brexit hanno tirato fuori dalle persone anni di rancore (e invidia) nei confronti di chi è emigrato e in UK ha trovato il suo posto e un certo benessere… Non può che essere altrimenti.
    Farange ha fatto una campagna elettorale basata su menzogne, ha detto alla gente quello che voleva sentirsi dire e ha vinto, poi si è ritirato perché ha pensato “Oh me**a, adesso cosa faccio?” una situazione RIDICOLA.

    Mi piace

    • Scarpe Sciolte ha detto:

      Vedi Cristina, anche tu però sei caduta nel baratro dell’immigrato ci costa.
      non voglio fare l’avvocato del diavolo ma la situazione italiana e UK è praticamente identica.
      Gli immigrati sono una risorsa ed un costo allo stesso tempo, così come lo sono in Italia.
      Non starò qui a parlare dei fondi europei per l’accoglienza, o al fatto che centinaia di famiglie riescono a mettere la spesa sul tavolo proprio grazie ai centri accoglienza, ma quello su cui vorrei soffermarmi è semplicemente il livello di accoglienza e integrazione che uno stato mette sul piatto.
      Qui in Scozia hai la possibilità di vivere e lavorare dignitosamente, se sei disposto a metterti in gioco e a fare sacrifici, mentre in Italia, paese ormai particolarmente razzista, l’integrazione non sanno nemmeno dove sta di casa.
      Questo tipo di mentalità, unità al fatto che la nostra classe politica si sta mangiando pure l’impossibile, fa si che si crei quella brutta e tristissima guerra tra poveri che non fa altro che distogliere l’attenzione dal problema reale: l’inefficienza della classe politica del bel paese.

      Liked by 2 people

  4. Federico Marsili ha detto:

    Beh, dato che solo l’autore del post sugli effetti economici dell’indipendenza scozzese mi sento chiamato in causa. Caro A.T. La mia risposta si articola in due punti:
    1) sei ignorante come una bestia d’aratro e di questo sono molto felice. Fino a quando in UK ci saranno persone come te, persone come me avranno sempre un lavoro! Continua così è mi raccomando insegna queste cose anche ai tuoi figli, così che anche i miei figli potranno aspirare a dei lavori decenti, cui i tuoi figli saranno tagliati fuori.
    2) vengo tuo paese, rubo tue done, no pago afito. Stacce.

    Liked by 2 people

  5. doni ha detto:

    Sono italiano. Non sono stupido.
    Applausi per la tua risposta.

    Mi piace

  6. startoveringermany ha detto:

    Lo posso dire? L’hai fatto black! 😀
    E poi poteva firmare con il suo vero nome e non con delle iniziali.

    Liked by 1 persona

  7. Juana R ha detto:

    Bella risposta, ma ricorda che c’e’ sempre la possibilita’ che il signor “Ah-Tamarro” possa essere un italiano (immigrato, prima o seconda generazione o sangue misto, non importa) che si sente inglese e percio’ autorizzato a sminuire e smontare le altrui opinioni, vedendoci significati che la controparte non aveva mai inteso inserirci. Ne so qualcosa. Credimi, il commento di AT e’ un esempio di squisitezza linguistica, paragonato a quelli che ricevevo io di solito quando provavo a toccare l’argomento “Inghilterra”. Un medico italiano emigrato qui una volta mi insulto’ in ogni modo solo perche’ mi ero permessa di raccontare come, grazie all’incompetenza di una serie di medici, ci fossi quasi rimasta secca in seguito a una banale infezione.
    Purtroppo e’ la splendida liberta’ che ci viene data oggigiorno dai social media. Tutti (troppi) vi hanno accesso. Per dirla attraverso le parole del caro Professore: Internet e’ “popolato da legioni di imbecilli”.

    Liked by 1 persona

    • Scarpe Sciolte ha detto:

      Adesso mi hai messo il tarlo che abbia sprecato il mio tempo con un fanboy…
      Spero tanto che sia un inglese di origini italiane o che si sia fatto correggere la stesura da un italiano.
      Mi sentirei di aver perso troppo tempo in caso a scrivere fosse stato un italiano… 😦

      Mi piace

      • Juana R ha detto:

        Io non lo vedo come tempo perso. Ricorda che, tanto, se non è lui c’è sicuramente qualche altro inglese “autentico” che la pensa come lui. O italiano. Meglio prevenire 🙂

        Liked by 1 persona

  8. Sara ha detto:

    La Scozia vale 0, ma scherziamo?!?!? Questa frase mi fa trasformare una in una lanciatrice di tronchi anziché in Hulk 😠.
    Comunque complimenti per la risposta. Argomentata ed inattaccabile.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

La nostra guest house

Ciao bella gente! É con estremo piacere che vi informo che finalmente la nostra guest house é pronta! Se cercate, quindi, un bel letto matrimoniale comodo con TV e Wi-Fi vi consiglio di dare un'occhiata al nostro sito web! Stefano, Federica, la piccola Ale e quel mattacchione di Totó, vi danno il benvenuto a "The Shire": la nostra guest house nel cuore della Scozia Centrale :-) www.theshireguesthouse.com

Archivio

Calendario dei post

febbraio: 2017
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: