Pensieri: qualcosa di nuovo sul fronte…

5

24 gennaio 2017 di Scarpe Sciolte

Non mi pare vero… Finalmente dopo mesi abbiamo una novità riguardo l’eterna lotta fra il bene e il male. Una cosa più importante del confronto tra He-Man e Skeletor, o tra gli Jaeger e i Kaiju, o  tra Cloud e Sephirot, e persino tra Muciaccia e le forbici con la punta “normale”: Il titanico confronto fra le forze oscure del Leave, capitanate dalla dolce Theresa May e le forze del Remain, capitanate dalla nostra implacabile paladina Nicola Sturgeon.

Perchè parlare di questo oggi? Che è successo?
Vi starete sicuramente chiedendo…
Beh, lasciatemi dire che, fresca fresca di oggi, è la notizia che la corte suprema inglese ha emesso il verdetto mediante il quale, senza troppi giri di parole, non si potrà invocare l’articolo 50 senza il parere “ufficiale” del parlamento, ovvero, senza che questo venga ufficialmente votato in quel di Westminster.

Cosa significa tutto questo?

Lasciatemi giusto fare una precisazione per chi non è a conoscenza di cosa effettivamente sia l’articolo 50.
Senza dilungarmi troppo, per uscire dall’Unione Europea è necessario che la nazione uscente invochi, appunto, l’articolo 50 e, a partire da quel giorno, saranno necessari due anni affinché la nazione sia effettivamente fuori dall’EU.

Fino a ieri, la nostra cara Theresa, simpatica e democratica come una gomma a terra sulla Roma-Firenze, era del parere che il Brexit (o LA Brexit scegliete voi) sarebbe avvenuto senza nessun ulteriore intervento “ufficiale”. Mai cosa fu tanto sbagliata. Per fortuna, aggiungerei.

In pratica l’attuale primo ministro britannico, e tutta la classe dirigente di contorno, erano del parere che bastava fare qualche minaccia qua e la, lanciare un missile nucleare alla cazzo e, senza che nessuno avrebbe fiatato, avrebbero potuto invocare sto cacchio di articolo 50.

Quindi, tornando alla notizia di questa mattina, la corte suprema inglese ha semplicemente detto “Voi non invocate niente. Portate tutto ‘sto bordello in parlamento e vediamo che succede”.

A conti fanti una bella e incoraggiante notizia per tutti quelli che sono per il Remain…

Perché? Vi starete giustamente chiedendo…
Beh, vi basti pensare che, mentre fino a ieri la responsabilità del Brexit poteva essere scaricata su “pochi eletti” tipo Farage, Johnson, la May e veramente pochi altri, dopo la decisione della corte suprema, TUTTI i parlamentari che voteranno “Leave” dovranno metterci la faccia e, visto i risultati degli ultimi mesi, subire le eventuali conseguenze politiche e umane di quello che, a conti fatti, è una minchiata talmente tanto grossa che a confronto il grande fratello potrebbe essere trasmesso al posto di super quark (Sorry Piero).

Il fatto che alcune banche e alcune aziende particolarmente importanti abbiano già avviato dei percorsi di trasferimento delle proprie sedi e del proprio personale in altri lidi “Europei” (Francia in primis), sicuramente influenzerà marcatamente l’esito del voto, così’ come il Trident e gli ultimi problemi che sono venuti a galla, così come l’aumento dei costi dei beni di prima necessità e della benzina.

Ora, con la decisione della corte suprema, qualora il parlamento confermasse il Brexit, questo quindi non potrà più essere considerato solo colpa della May, che è stata l’unica che alla fine ha accetto questo gioco al massacro, o di Farange o di Johnson che hanno una reputazione che ormai nemmeno Sbirulino o Salvini, ma sarà colpa di tutti quei parlamentari che hanno schiacciato il bottone “sbagliato” e, volenti o nolenti, non potranno fare altro che prendersi la totale responsabilità politica dei problemi che il Regno Unito dovrà affrontare in caso di Brexit da qui ai prossimi 20 anni.

Vabbè non serve che mi dilunghi ulteriormente e, in questa telenovela fatta di The, Fish and chips e un pizzico di razzismo che ormai va tanto di moda sul nostro pianeta, per il momento è tutto.
Voi restate sintonizzati! Appena ci saranno ulteriori novità non esiterò a farmi vivo!

Statemi bene.
Ste

Vi ricordo come sempre che Scarpe Sciolte è anche su faccia libro a QUESTO link.

Annunci

5 thoughts on “Pensieri: qualcosa di nuovo sul fronte…

  1. lauryn77 ha detto:

    ma la mia domanda è: possono anche non ascoltare l’esito del referendum e decidere per il remain?

    Mi piace

  2. LaPasionaria ha detto:

    Teniamo le dita incrociate e speriamo nel buonsenso. E’ incoraggiante che l’SNP abbia annunciato che i loro parlamentari voteranno tutti contro e pare che anche alcuni laburisti “ribelli” alle linee del partito faranno lo stesso.
    Di sicuro, sara’ una carneficina elettorale e credo che il partito laburista sia quello che ne uscira’ con le corna piu’ rotte di tutte. Io continuo a fare scorta di popcorn e a godermi lo spettacolo 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

La nostra guest house

Ciao bella gente! É con estremo piacere che vi informo che finalmente la nostra guest house é pronta! Se cercate, quindi, un bel letto matrimoniale comodo con TV e Wi-Fi vi consiglio di dare un'occhiata al nostro sito web! Stefano, Federica, la piccola Ale e quel mattacchione di Totó, vi danno il benvenuto a "The Shire": la nostra guest house nel cuore della Scozia Centrale :-) www.theshireguesthouse.com

Archivio

Calendario dei post

gennaio: 2017
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: