Speciale Brexit #3: La solita italia…

Lascia un commento

2 luglio 2016 di Scarpe Sciolte

Purtroppo in questi ultimi due giorni si sono rincorse voci di ogni genere, promesse di ogni tipo e minaccie che nemmeno in un lager negli anni ’30.
Non ci sono ancora notizie certe e, per tale motivo, almeno per il momento suggerisco cautela e pazienza 😉
L’unica cosa certa che abbiamo al momento é che noi Italiani non ci smentiamo mai (a meno che non lo dice l’illustre canale 13)…
Questo brevissimo articolo é rivolto a tutti quelli che, al calduccio nella loro cara Italia, dove bene o male tutto é permesso, stanno sfruttando il Brexit per dire la loro.
Sia chiaro, non voglio dire che non si debba avere il diritto di esprimere la propria opinione, Semmai quello che voglio dire é che almeno quella opinione sia frutto di un minimo di conoscenza reale del fenomeno…
Per dirla in breve, quello che mi sta infastidendo é che, come al solito, si sta parlando senza avere un minimo di concezione seria di quello che si dice, magari utilizzando come fonte di informazione quei bei media italiani di cui conosciamo l’infinita attendibilitá, oppure uno dei tanti esperti che scrivono su quelle pagine facebook/blog che sono meno credibili di una promessa elettorale.
In queste settimane ho personalmente visto girare post “pro-brexit” di una superficialitá talmente tanto elevata che a confronto una puntata di un posto al sole potrebbe essere scambiata per uno speciale di Quark sui bosoni.
Lasciatemi quindi dedicare queste poche righe a tutti coloro i quali, senza la minima coscienza, stanno festeggiando quello che é accaduto e che sta accadendo in UK.
Carissimi/Carissime Brexiter italiani/e sappiate che uscire dall’euro non equivale a tornare agli anni 70/80/90, in cui si viveva un benessere che era solo apparente, dove il debito pubblico cresceva silenziosamente senza che nessuno dicesse niente e , per il quale ci ritroviamo oggi nella condizione disastrosa che tutti conosciamo.
Uscire dall’Eurozona comporta questo:
1) Diminuzione del potere di acquisto (perdita del valore della moneta nazionale) con ripercussioni importanti per l’importazione
2) Instabilitá del mercato finanziario con relativa diminuzione di interesse da parte degli investitori
3) Le multinazionali attualmente presenti valutano il trasferimento in paesi con una fiscalitá piú semplice (é piú semplice avere una sede in EU dove il regolamento bene o male é unic o piuttosto che in una dove esiste un regolamento specifico per ogni paese), con conseguente perdita di un numero enorme di posti di lavoro
4) Incrememento degli episodi di razzismo verso i non nativi
5) Incertezza sul futuro per in non nativi. Provate ad immaginare un bimbo piccolo di 5/6/7 anni che, suddenly, “sente” che qualcosa non va e in qualche modo capisce che il suo futuro potrebbe essere minato da un qualcosa di troppo grande da poter essere risolto da mamma e papá. Tanto per fare il capitan ovvio di turno, sappiate che gli adulti possono rifarsi agevolmente una vita ma i bambini hanno il loro micro cosmo fatto di quotidianeitá e routine ben rodata e una cosa grossa come il rifarsi una vita, per loro, puó essere un bel problema.
6) Aumento della disoccupazione a causa del punto 3
7) Diminuzione del consumo interno a causa dell’aumento della disoccupazione
8) La diminuzione del consumo interno induce la chiusura delle realtá che basano i loro affari proprio sul consumo interno, con conseguente aumento esponenziale della disoccupazione.
Ora queste sono solamente le prime cose che mi vengono in mente pensando al Brexit, ma spero che siano abbastanza da darvi l’idea di come noi extracomunitari stiamo vivendo la cosa che voi state festeggiando sulle vostre bachece piene zeppe di fantapolitica e di complotti.
Mentre spero vi facciate un analisi di coscienza (e perche no una bella pulizia in bacheca), vi mando un saluto dalla Scozia dove, sono  piú che sicuro, saremo sempre piú che benvenuti!
Alba gu bràth
Ste

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

La nostra guest house

Ciao bella gente! É con estremo piacere che vi informo che finalmente la nostra guest house é pronta! Se cercate, quindi, un bel letto matrimoniale comodo con TV e Wi-Fi vi consiglio di dare un'occhiata al nostro sito web! Stefano, Federica, la piccola Ale e quel mattacchione di Totó, vi danno il benvenuto a "The Shire": la nostra guest house nel cuore della Scozia Centrale :-) www.theshireguesthouse.com

Archivio

Calendario dei post

luglio: 2016
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: