Curiositá: Cadaveri dietro le sbarre

6

10 maggio 2016 di Scarpe Sciolte

Oggi mi é venuta voglia di raccontarvi un brevissimo fatto.
Non un articolone di quelli infiniti, ma una cosetta estemporanea
che andrá a formare una terza rubrica che chiameró “Curiositá”.
In questa rubrichetta ci finiranno tutte le cose che reputo strane
o curiose e, a mo di un clone sgrammaticato di Piero Angela, la riempiró di
brevissimi articoletti che spero stimoleranno e al tempo stesso soddisferanno la vostra curiositá!
Prima che vi chiediate chi sono quei brutti ceffi in copertina, mettetevi comodi e lasciatemi spiegare!
Cominciamo la rubrica “Curiositá”con, rullo di tamburi, le
splendide e luccicanti gabbie per cadaveri.

14156591040_615649e981_b

Una comoda ed elegante gabbia per cadaveri nel cimiteri di Bobby, nella old town di Edimburgo

Quello che potete ammirare qui sopra, come didascalia ha appena descritto, altro non é che una gabbia per cadaveri parzialmente dissotterrata, visibile nel cimitero storico di Greyfriars Kirkyard, nella old town di Edimburgo, a due passi dalla centralissima Grassmarket.
Ovviamente la gabbia in questione, in origine, non era posta  esternamente e solamente col passare degli anni (e della pioggia) é venuta in superficie.
Ma quale era lo scopo di mettere un morto in una gabbia?
In realtá le motivazioni erano ben due!
In primis la gabbia aveva lo scopo di evitare che i defunti di  famiglie benestanti e dei nobili venissero saccheggiati dai tombaroli che andavano a caccia di preziosi ma, la funzione piú importante, era  evitare che il cadavere venisse portato via dai i contrabbandieri…
Curiosi come locuste in un campo di mais, sicuramente vi starete
chiedendo come mai ad Edimburgo si usasse portare a spasso cadaveri
interrati di fresco…
La risposta necessita di una brevissima introduzione: nel corso del 1800, Edimburgo, era una delle  principali capitali europee rinomate per la sua facoltá di medicina  e chiunque all’epoca poteva permetterselo, veniva  a studiare l’arte medica proprio qui nella capitale scozzese che, a quei tempi, era avanti anni luce rispetto alle concorrenti europee.
Il problema della medicina, in linea generale, é che, come potrete facilmente immaginare, non si puó fare pratica su persone vive (potrebbero infastidirsi) e, per tale motivo, si venne a creare in quegli anni una specie di mercato nero dei cadaveri che venivano venduti sotto banco a professoroni senza scrupoli che li usavano per le proprie lezioni.
Con il passare del tempo ci fu una grossa crisi della materia prima e, come é facilmente prevedibile, si iniziarono a disseppellire di nascosto i morti per fornire materiale di studio alle universitá.
Lo scopo di quelle gabbie era quindi di evitare che il povero caro venisse spezzettato, senza il minimo garbo, da decine di studenti vogliosi di conoscenza.
Se ancora vi state ancora chiedendo chi sono quei due brutti ceffi in
copertina e che cosa hanno a che fare con questo articolo, la risposta eccovela qua: sono i due ladri di cadaveri piú famosi di Edimburgo e, probabilmente di tutto il pianeta: Burke e Hare.
La loro storia é veramente singolare ma non ve la racconteró perché sono uno che odia gli spoiler 😉
Vi dico solamente che qualche anno fá é stato girato un bellissimo film sulle loro gesta, ambientato proprio ad Edimburgo che, anche se lo consigliai tempo fa, mi permetto di riportare alla  vostra attenzione.
Se ho stimolato la vostra curiositá a  sufficienza e avete un paio di ore libere da spendere, perché non guardarsi “Burke and Hare ladri di cadaveri”?

burke-and-hare-poster02

La locandina del film Burke & Hare

Dal pianeta Scozia é tutto.
Per il momento Passo e Chiudo.

Buona Visione
Ste

 

Annunci

6 thoughts on “Curiositá: Cadaveri dietro le sbarre

  1. lauryn77 ha detto:

    eheh questa la sapevo, ho visto il film!! 😀

    Mi piace

  2. Luigi ha detto:

    Visto anch’io. Colonna sonora indimenticabile!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

La nostra guest house

Ciao bella gente! É con estremo piacere che vi informo che finalmente la nostra guest house é pronta! Se cercate, quindi, un bel letto matrimoniale comodo con TV e Wi-Fi vi consiglio di dare un'occhiata al nostro sito web! Stefano, Federica, la piccola Ale e quel mattacchione di Totó, vi danno il benvenuto a "The Shire": la nostra guest house nel cuore della Scozia Centrale :-) www.theshireguesthouse.com

Archivio

Calendario dei post

maggio: 2016
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: