…Ma solide realtá Ovvero, comprare una casetta scozzese!

47

29 febbraio 2016 di Scarpe Sciolte

Ho fatto il possibile e, anche se non ci credo nemmeno io, sono riuscito a terminare questo articolo il 29 di Febbraio! Un’occasione del genere mi sarebbe ricapitata solo fra quattro anni e mi sembrava un’attesa troppo lunga tra un articolo e un altro!!!
Vabbé fatta questa premessa utile come un paio di infradito per anatre, veniamo a noi con l’articolo di oggi!!!

In questo 29 Febbraio 2016 mi sento molto Roberto Carlino e, manco fossi una pubblicitá scadente dell’Immobildream, vi parleró di come ho fatto a comprare una casetta tutta Scozzese! Scricchiolii e rubinetto demoniaco compresi!

rubinetto

Ormai stiamo pian piano imparando ad amarlo…

Ebbene si. Avete capito bene.
In questa nazione prendere un mutuo, ma sopratutto riuscire a pagarlo, non sono argomenti cosí da fuori di testa, anzi…
Dedicatemi un po del vostro tempo e vi spiego tutto (vi avverto che il primo che mi dice che l’articolo é troppo lungo lo sacrifico a un dio pagano random).

quercia

Il dio pagano Quercia, per gli amici “Er Lattuga!

Come sempre mi piace parlare di cose concrete quindi vi racconteró esattamente di come é andata nel mio, anzi nostro, personalissimo caso.
Appena arrivato ad Edimburgo, come piú o meno tutti quelli che ci sono stati, anche io ho subito il problema piú grande della capitale scozzese… I rubinetti fatti ad minchiam? Vi chiederete voi… No! Gli autobus con temperature da girone infernale anche se fuori ci sono -2 gradi? Ancora acqua gente!

 

forno

Rappresentazione per immagini di un autobus ad Edimburgo

Come la quasi totalitá delle persone che hanno avuto modo di provare la realtá Edimburghese, anche io sono stato vittima dell’assurda carenza di soluzioni abitative.
Ora é doveroso dire che, se sei disposto a sacrificare un rene, entrambe le cornee, parte del fegato, il piede sinistro e se hai ancora un parente da poter donare alla scienza, qualche casa si trova sempre ma, il problema, per chi non puó permettersi di donare i propri organi al prossimo, c’é ed é pure serio. Se poi avete un cane/gatto/lemure/dugongo/narvalo albino, il problema é semplicemente insormontabile.

 

gatto

Una foto incredibilmente rara di un Narvalo albino

Adesso, a distanza di un anno capisco bene il perché.
Una signora che conosco, originaria della zona di Falkirk, mi disse che la tendenza locale era quella di acquistare invece che di affittare e che quello era il motivo perché non c’erano parecchie soluzioni disponibili da affittare.
Questa tendenza, oggi posso confermarvelo, c’é per due motivi a cui, da bravi italiani quali siete, difficilmente riuscirete a credere.

 

12189131_10207646255985202_2123655906944839277_n

Jim, come al solito, non mi crede mai…

Il primo motivo é la facilitá che si ha nell’accedere al credito, mentre il secondo é, in soldoni, la cifra mensile che bisogna affrontare per pagare ‘sto benedetto mutuo.
Datemi il tempo che mi serve e tutto vi sará piú chiaro…
Per tutti coloro i quali non hanno mai letto questo blog prima d’ora (sappiatelo vi porteró rancore per questo), sottilineo che l’esperienza che sto per andare a raccontare, come solo Papá Castoro in preda a crisi logorroiche sarebbe in grado di fare, é realmente accaduta al sottoscritto e non é frutto di fantasia e/o all’uso intensivo di droghe allucinogene.
Adesso cliccate QUI e a testa bassa, tipo Zidane sotto una pera di adrenalina, partiamo!

papa castoro

Fototessera di papá Castoro

Fino a qualche mese fa vivevamo in condivisione con un mio collega, in un appartamento molto carino in zona Leith/Easter Road e, potete facilmente immaginare che una famigliola come la nostra, con una bimba piccola e con la prospettiva di portarsi il cane dall’Italia, avesse bisogno di uno spazio tutto per se. Questo é stato il motivo che ci spinse a cercare un altro appartmento in affitto che fosse, tra le altre cose, Pet friendly.
Ora se non l’avete ancora capito dall’introduzione di questo articolo, sappiate che cercare un appartamento ad Edimburgo é una cosa mooooolto difficile. Cercarlo anche Pet friendly ha un livello di difficoltá talmente elevato che quei pochi che riescono nell’impresa vengono automaticamente candidati, nelle prossime elezioni comunali, come assessori all’urbanistica.
Ovviamente, manco poi a stupirsi piú di tanto, noi non ci siamo riusciti….

 

ma va

Severo ma giusto…

So bene che per chi non abita o non ha mai avuto esperienza di Edimburgo, la cosa possa sembrare strana ma fidatevi se vi dico che avró mandato una cosa come un centinaio di email di risposta ad annunci di affitto pubblicati sia da agenzie che da privati, alle quali hanno risposto solamente in 3 e solamente una persona, dal cuore nobile come quello di un Elfo di Granburrone, ha “acconsentito” a farci vedere l’abitazione.

piton

La faccia dell’agente immobiliare nel momento esatto in cui ci “concede” di vedere l’appartamento

Ora, la soluzione che avevamo trovato era una casettina molto carina con una camera da letto che affacciava sul mare e un piccolo giardinetto in condivisione con i vicini.
Nonostante le dimensioni fossero paragonabili ad una scatola di fiammiferi, pur di trovare uno spazio “tutto per noi” ci eravamo convinti che alla fine saremmo stati “stretti ma contenti” ed avevamo richiesto all’agente immobiliare tutti i vari incartamenti per presentare “formale proposta di affitto”.

 

scatola fiammiferi

Rendering in 3D del progetto della casa che avevamo visto

Il prezzo estorto per quel buchetto era di 560 sberle mensili.
Noi eravamo talmente tanto alla ricerca disperata di una soluzione che, in preda ad un nervoso che manco Bossi di fronte ad un marocchino col permesso di soggiorno che aiuta un’anziana ad attraversare la strada, offrimmo 20 sberle in piú, ovvero 580 sterline mensili.

 

il bigliettai del treno

Senza badare a spese…

Insieme a formale offerta, l’agenzia ha voluto:
Lettera di reference dell’attuale landlord (il proprietario di casa)
Lettera di reference del mio manager al lavoro
Lettera di Papa Francesco
Lettera autografata dalla salma di Padre Pio
Lettera autografata dalla lettera autografata dalla salma di Padre Pio.

Pope Francis

Papa Francesco, travestito da dinosauro di Jursassic Park, mentre firma la lettera di referenza per il mio affitto.

Ora, a prescindere dal fatto che se non ho mai “affittato” vorrei sapere come faccio a portare una lettera di reference da un landlord, secondo voi, dopo tutti i documenti richiesti, e un offerta superiore alla cifra richiesta, che sará successo?
La risposta é semplice e la trovate qui sotto.

minchia

Spero apprezzerete il mio impegno nell’uso di forme verbali piuttosto ricercate

Vi sembrerá assurdo ma effettivamente ci hanno negato l’appartamento dicendoci che “secondo la loro opinione per noi non sarebbe andato bene”…. Diciamo pure che l’idea di perforare il cranio dell’agente immobiliare con un oggetto senza punta, arrugginito e preventivamente immerso in polvere concentrata di Jalapeno, per un attimo mi era balenata per la mente ma, volendo restare un uomo libero, ho dovuto optare per una serie di bestemmie a denti stretti indirizzate ai peggio santi in maniera completamente random.

 

ermenegildo

Il santo del giorno: Sant’Ermenegildo

Dopo l’ennesimo rifiuto, e in condizioni di frustrazione che non avrebbe provato nemmeno Ghandi portato a forza ad un raduno di Casa Pound, Federica mi disse semplicemente: ma perché non la compriamo?

 

faccia

La mia faccia quando Federica mi fece quella domanda…

Ora immaginate il mio livello di scetticitá in base alle nostre condizioni:
– famiglia monoreddito con una figlia a carico
– arrivati in UK da meno di un anno
– lavoro dipendente pagato nemmeno 1100 sterle al mese
– risparmi pressocché assenti

 

george

George mentre si indispone di cotanta povertá….

Qualsiasi persona razionale avrebbe ignorato la cosa e si sarebbe rimesso a cercare annunci di affitti con la bava alla bocca…. Io no, volevo “dimostrare” alla mia dolce metá che la sua domanda era completamente da svalvolati! E ora vi chiederei, secondo voi quale migliore modo esiste se non andare a fare le domande direttamente in Mortgage Centre?

maniglia

Ecco a voi una rarissima ed instimabile fotografia di una maniglia completamente fuori contesto

Per chi lo sa bene, saltate pure le prossime 3 righe. Per chi non lo sa vi comunico che esistono in UK degli uffici in cui albergano delle creature pallide che prendono il nome di “consulenti” il cui unico lavoro é riuscire a far prendere un mutuo al cliente. In pratica si occupano dei seguenti aspetti: incartamenti vari, trovare un avvocato e trovare la banca che in quel momento fornisce le migliori condizioni di mutuo.
Nel nostro caso siamo stati accolti da Nicola, una ragazza scozzese a cui abbiamo spiegato tutta la situazione. (Linguistic mode on: Ah sia chiaro, non ho sbagliato a digitare il nome, Nicola qui in Scozia é un nome femminile e si pronuncia Nicla. Linguistic mode off).

 

fonzi stupito

Iva Zanicchi ha appena scoperto che in Scozia il nome Nicola é un nome femminile

Mentre spiegavamo la nostra situazione, la tipa ci viene a parlare di un fondo destinato alla prima casa che si chiama Scottish Lift e che ci avrebbe dato una mano a comprare casa.
Piú la tipa parlava piú io pensavo “dov’é la fregatura?”. No seriamente, la cosa risultava talmente tanto semplice che, non solo sembrava ci avrebbero concesso il mutuo, ma sembrava pure che il governo scozzese avrebbe messo sul piatto il 40 percento dell’intero importo SENZA VOLERE ALCUN SOLDO INDIETRO.

12189131_10207646255985202_2123655906944839277_n

Devo ammettere che Jim e la sua scarsa fiducia stanno diventando fastidiosi

Avete capito bene…. Lo scottish lift é un fondo che aiuta INDISCRIMINATAMENTE cittadini UK e non, con una somma che puó arrivare fino al 40 percento dell’intero importo necessario per l’acquisto della prima casa.

 

casa-pound

Rappresentazione di un movimento italiano che della multiculturalità e dell’integrazione ne ha fatto la propria ragione di vita

 

Questa somma andrá restituita SENZA INTERESSI solo nel caso in cui la suddetta proprietá venga venduta.
Piccola precisazione per i piú pignoli come il sottoscritto: nel caso in cui la casa sia stata comprata a 100’000 sterline e venga poi rivenduta a 110’000, la somma da restituire sará sempre pari al 40 percento, ovvero anziché 40’000 (il 40 percento di 100’000), sará 44’000 (il 40 percento di 110’000).
E giustamente, venali come un rabbino di origini genovesi, vi starete domandando,”e se il valore diminuisce?”.

rabbino

Una rara immagine di una tegola in terracotta

Vi sembrerá strano ma la somma da restituire sará sempre pari al 40 percento e lo stato “ammortizzerà” la flessione negativa che il vostro immobile ha subito nel tempo.

12189131_10207646255985202_2123655906944839277_n

é ora che Jim cambi blog…

Ora il discorso da fare é che, giustamente, lo scottish lift non é che prende e ti regala i soldi cosí ad minchiam.

il bigliettai del treno

Vedi sopra…

Le caratteristiche che l’immobile deve avere sono direttamente correlate al “richiedente”.
Datemi un secondo della vostra esistenza e provo a spiegarmi meglio.
Al mortgage centre ci hanno detto che, per il nostro specifico caso (un figlio a carico), avremmo potuto richiedere il lift esclusivamente per l’acquisto di queste due tipologie di immobile:
– Casa con due camere da letto per un totale massimo di 120’000 Sterline
– Casa con tre camere da letto per un totale massimo di 135’000 Sterline
Il fatto che la casa fosse stata un appartamento o una villa con piscina era completamente irrilevante. L’importante era non sfociare l’importo.
La domanda che feci alla tipa nel mortgage centre fu: “e se io mettessi dei soldi in piú, potrei comprare ad esempio una casa da 140’000 sterline?” (che poi la domanda successiva che mi sarei dovuto porre sarebbe stata “e dove li trovo sti soldi extra???).

vincent money

Il mio portafogli

La risposta fu un secco e sonoro “NO, Massimo 135K per tre camere.”, e meno male, aggiungerei, anche perché i miei risparmi erano talmente tanto ridotti che mi ero indeciso sul cosa farci: investirli in una sacchetta di mangime per piccioni o comprare un pacchetto di gomme cariche di aspartame.
Alla fine Nicola é stata chiara e diretta! Tipo schiaffo a mano aperta.

scoradtelo

Sbam

Voi non ci crederete ma quel giorno, in cui ero andato li per dare dimostrazione alla mia compagna che le sue idee erano completamente assurde, sono uscito dal centro con i fogli firmati e, ancora peggio, con la consapevolezza che mi ero posto dei limiti completamente da solo, convinto in infiniti credit check, tempi minimi di permanenza, stipendio troppo basso e tante tante altre minchiate frutto di due cose sbagliate sotto ogni punto di vista: il retaggio italiano che mi sono portato dietro e l’invidia o l’ignoranza di chi spara a zero senza avere effettivamente una bagaglio informazionale degno di questo nome.

vergine di ferro

Una mia speciale dedica ai soggetti di cui sopra…

Concedetemi quindi dieci secondi del vostro tempo e lasciatemi augurare, a tutti quelli che mi hanno dato informazioni che piú sbagliate non si sarebbe potuto, di diventare ospiti fissi di “uomini e donne”.
Ora vi sparo qualche altra info tanto per darvi un’idea ancora piú dettagliata di quanto sia piú facile comprare che affittare qua in Scozia…
Per avviare tutte le pratiche hanno voluto praticamente solo 3 buste paga.
Non hanno voluto vedere nemmeno il contratto di lavoro e non ho dovuto neanche presentargli tutti i miei parenti fino al terzo grado.
Se penso che in Italia per prendere 5000 euro per comprare la macchina, a 28 anni suonati e un negozio sulle spalle é dovuto venire mio padre, mi parte un attacco di orticaria talmente tanto forte che a confronto un malato terminale di rogna potrebbe fare il testimonial per le creme idratanti.

gente

Rappresentazione a ribasso del numero di familiari necessari per prendere un mutuo con una banca italiana

Una settimana dopo l’invio dei documenti, mi arriva una email da parte del governo scozzese in cui mi si conferma l’accettazione dello scottish lift (che d’ora in avanti, per risparmiare 85 millisecondi, chiameremo solo lift) e, felici come una faina in un pollaio, ci siamo messi alla ricerca della nostra futura casetta.
Ora mi sembra piú che doveroso specificare che in UK non esistono i notai e l’intera pratica si fa tramite avvocati.
Questa cosa, oltre a rendere il processo nettamente piú veloce, incide in maniera enorme sulle spese che ruotano intorno all’acquisto di un immobile.
In Italia avrei dovuto fare il rogito e spendere una cifra talmente alta che avrei dovuto prendere un mutuo a parte per solo per pagarla.
Qui in scozzonia, l’intero costo dell’operazione é stato di 1500 sterline.

 

12305622_10207455508338228_1259258635_n

Dei conti se ne occupa lo Zio Antonello AKA il pizzettaro di via della Scrofa

Lo so che magari non mi credete ma vi giuro, parola di lupetto calvo, che in quelle 1500 sterle erano compresi: il mortgage centre, l’avvocato e la registrazione (il rogito).
Roba che con la stessa cifra in Italia non sarebbe bastata nemmeno per pagare il caffé al notaio…
Poi uno dice che l’economia non gira… E grazie, graziella e grazie al Razzo, vi dico io…

calmi

Buoni con le parole…

Vabbé torniamo a noi.
Dopo qualche viewing, abbiamo trovato una villetta in un paesino a sud-est di Edimburgo e, tramite il mortgage centre, abbiamo fatto la cosidetta “proposta”.
Ah, vi dico che nel frattempo il nostro referente interno al mortgage centre era diventato David che, oltre ad essere simpatico e disponibile, parla pure italiano e, per chi non si sente pienamente a proprio agio con la lingua di Shakespeare, la cosa puó far sicuramente piacere (a fine articolo vi metto tutti i contatti promesso).
Una volta accettata la proposta, abbiamo dovuto fare un secondo Home Report (analisi dettagliata dell’immobile con conseguente verifica del valore di mercato) a spese nostre che ci é costato circa 200 sberle. Diciamo che il governo scozzese vuole avere un “secondo parere” sul valore reale dell’immobile perché sia chiaro, il lift verrá approvato solo ed esclusivamente se l’offerta rientra nel valore di mercato altrimenti ti attacchi al tram!

Torino_tram_2885

Una rarissima immagine di un esemplare di Tram avvistato a Torino

Nel nostro caso il valore stimato era 2000 sterline sopra la nostra offerta, ergo, non ci furono problemi di nessun tipo.
Dall’offerta alla conferma sono passati neanche dieci giorni e, il 18 dicembre del 2015, siamo diventati proprietari di una bella villetta Scozzese!

vecchietta

La vecchietta tirchia dell’articolo precedente si unisce volentieri ai festeggiamenti (anche perché di solito c’é il buffet gratis)

Non credo che sarebbe utile sparare cifre perché ogni singolo caso penso sia a sé ma vi basti sapere che costa meno un mutuo che un affitto. E quando dico “meno” intendo “molto meno”.
Spendevo di piú prima per l’affitto di una camera doppia che adesso per il mutuo!
Spiegatemi quindi voi che senso ha restare in affitto… No seriamente spiegatemelo….
Trovatemi un motivo per arricchire le taschi di quei Landlord che affittano appartamenti/stanze al limite della decenza, con dei topi talmente grossi che potresti sellarli ed utilizzarli come mezzo di trasporto e con dei letti talmente tanto scomodi che un fachiro si sveglierebbe la mattina dopo con dodici principi d’ernia, un’artrite che “te dico fermate” e l’unghia del pollicione del piede destro incarnita.

 

piede sinistro

Una incommensurabilmente rara imagine di un piede sinistro (il destro, come giá detto tempo fa, é introvabile)

Adesso il discorso da fare é abbastanza semplice e chi mi conosce probabilmente giá se l’é sentito dire: Non fate lo stesso errore che ho fatto io. Se non avete la fortuna di avere una moglie/marito, fidanzata/fidanzato, compagna/compagno, che ogni tanto vi dicono “che cazzo ci costa, proviamo”, come ce l’ho io, rischiate di dare per scontate delle cose che in realtá scontate non sono.
Purtroppo l’Italia ci ha insegnato ad essere prevenuti e questo qui non ha senso!
Andate fuori e chiedete! Non abbiate paura di fare delle domande!

Permettetemi di condividere con voi un pensiero.
Prima di avviare il tutto, quando ci stavo solo pensando su, molti connazionali mi diedero le piú disparate informazioni che io, ingenuo e vulnerabile come un agnello la settimana prima di Pasqua, prendevo per veritiere e devo ammettere che tante cose non le avevo nemmeno tentate, proprio perché “gli immigrati piú anziani” mi avevano detto o che non si sarebbe potuto fare o che sarebbe stato talmente difficile che a confronto un trapianto di cervello sarebbe sembrato una passeggiata in monopattino.

C’é perfino chi consiglia di fare acquisti a rate perché cosí ti migliora il punteggio al credit check e le banche sono piú favorevoli a darti il mutuo… Niente di piú falso! Io in UK non ho MAI comprato niente a rate! Ho solamente pagato l’affitto di una stanza e le bollette!
Non capisco se é invidia, ignoranza o semplice malattia mentale quella che spinge il prossimo a sparare minchiate talmente tanto grosse da far impallidire persino il TG1.

 

lex lutor

Quel momento in cui capisci che se il TG1 ha assunto Lex Lutor, sicuramente qualcosa che non và ci sarà

Quello che capisco é che sinceramente non mi sono mai pentito cosí tanto di ascoltare il prossimo e vi dico una cosa, avete voglia di comprare casa? Andate a chiedere oggi stesso in un mortgage centre! Non ascoltate i consigli di questo o di quello e, a conti fatti, non ascoltate nemmeno me perché queste informazioni potrebbero essere valide per altri 3 mesi e poi tutto potrebbe essere diverso, in meglio o in peggio, poco importa, ma diverso.

Quello che voglio dirvi quindi é che in questa cavolo di nazione non dovete avere paura di fare le domande, ma sopratutto non dovete avere paura delle risposte!

Cercate se potete di scrollarvi di dosso quell’odioso retaggio italiano che ci porta ad essere prevenuti verso ogni cosa!

Magari, dopo tanto, troppo tempo, vi ritroverete a dire: “perché non l’ho fatto prima?, che cosa mi stava fermando?”.
Vada come vada io, nel mio piccolo, non posso che farvi un grande in bocca al lupo!
Spero che troviate una casetta accogliente come la nostra 😉

E ricordatevi di invitarci all’house warming party!

[AGGIUNTA POSTUMA PERCHE’ HO DIFFICOLTA’ MNEMONICHE: ho dimenticato di dirvi che il mutuo richiederà che mettiate sul piatto un anticipo pari ad una cifra compresa tra il 2,5 e il 3,5 % del 60% della cifra totale. Perdonatemi questa grave mancanza…. Vado a vergognarmi in un angolo….]

Ste

PS
Vi piacciono questi ammassi di frasi sconnesse che, ad essere sinceri, un pó mi vergogno a definire articoli?Ti piaccono veramente?
Allora non essere una brutta persona!
Sostieni questa mia “opera omnia” condividendo questo blog o la mia pagina facebook!
Parlane con i tuoi amici, conoscenti e anche con gli sconsciuti che incontri sul bus!
Non prendi l’autobus? Fai male!
Prendi il primo autobus che passa dalle tue parti e diffondi questo blog al mondo!
Diventa anche tu “un apostolo delle scarpe sciolte”!
Fallo per te! Non essere un pagano qualunque! 😉

PPS
Questi sono, come promesso, i contatti del Mortgage Centre dove sono stato io.
Chiedete di David e ditegli che vi manda Stefano 😉

Edinburgh Mortgage Centre
http://www.leithmortgagecentre.co.uk/

David Barnes

david@leithmortgagecentre.co.uk

23-24 Crighton Place,
Leith Walk,
Edinburgh,
EH7 4NY
Tel. +44 (0) 131 555 7111

 

Annunci

47 thoughts on “…Ma solide realtá Ovvero, comprare una casetta scozzese!

  1. lauryn77 ha detto:

    dico solo che la foto di “ma che cazzo stai dicendo” è favolosa ahahhaha
    giusto per essere curiosa come una faina: quanto è la rata e per quanti anni (tolto il 40% quindi?)

    Piace a 2 people

    • Scarpe Sciolte ha detto:

      Carissima ti spiego perché ho volutamente evitato di dare cifre e dati. Ogni caso é a se stante e parlo del fatto che ognuno di noi ha condizioni di partenza diverse tipo: persone a carico, stipendio, disponibilitá per l’anticipo ecc ecc. Preferisco non dire alcuna cifra qui ma, visto che sono gentile e, disponibile e gentile come un’autocisterna il giorno dello sciopero dei benzinai, ti mando un messaggio privato su FB. 🙂

      Piace a 1 persona

  2. lauryn77 ha detto:

    inviato!! beh immagino sia in rapporto a stipendio e famiglia (che nel nostro caso è uguale). capisci, se vendo casa qui posso prenderne due di case a edimburgo!!! ahaha

    Mi piace

  3. Fabio Nattero ha detto:

    Belin con i riferimenti ha i genovesi hai rotto.
    Non siamo tirchi, siamo parsimoniosi

    E come ti ricordi linguisti

    Mi piace

  4. lauryn77 ha detto:

    Passavo di qui giusto per dirti che con questo post mi hai messo un tarlo nella testa che non si leva più, ti giuro. Se convinco mio marito a venire in Scozia mi metto a guardar case da comprare fin da ora ahahahah

    Mi piace

  5. Tanya Tivoli ha detto:

    inutile dire che da quando ho scoperto il tuo blog ogni giorno mi faccio delle sane e grosse risate,capita spesso che mentre leggo io scoppi a ridere di gusto per le tue battute, suscitando la curiosita’ di mio marito che ovviamente vedendomi davanti al pc nn capisce cosa mi faccia ridere a crepapelle. Abbiamo deciso anche noi d intraprendere questo viaggio e ovviamente essendo io una maniaca d controllo e una che deve organizzare le cose con il massimo scrupolo e molto dettagliatamente ho iniziato a fare millemila ricerche su internet in cerca di qualunque informazione a me utile perché devo essere pronta per tutto (anche se sicuramente nn saro’ mai abbastanza pronta) e devo dire che ad un certo punto in preda alle mie ricerche ossessive sono “capitata” sul tuo blog ,ho iniziato a leggere tutte le tue pubblicazioni e ti devo ringraziare perché oltre a farmi tanto ridere mi sei stato davvero utile, con i tuoi articoli hai colmato tante delle mie lacune e dei miei dubbi e qualche volta mi hai ancora rincuorato. non per ultimo questo nn posso credere che per acquistare una casa tu nn abbia dovuto stipulare un accordo con satana dove in cambio del mutuo vendevi la tua anima. sono letteralmente scioccata e anche se nn sembra senza parole(lo so forse sono un tantino logorroica) ma ci tenevo a ringraziarti veramente perché nn solo mi stai aiutando con le informazioni che mi servono ma anche con informazioni in piu’ che fanno sempre comodo.GRAZIE

    Mi piace

    • Scarpe Sciolte ha detto:

      Ciao Tanya! Non posso che ringraziarti per le belle parole! Sono i commenti come il tuo che mi spronano a perdere tempo su questo bloggaccio da quattro soldi 😉
      Voglio fare un piccolo “update” all’articolo.
      Da quando è uscito questo articolo, ho ricevuto ben 6 massaggi da 6 persone diverse che come noi, hanno comprato casa!
      Non voglio assolutamente dire che è merito mio, ma mi fa piacere pensare che, nel nostro piccolo, siamo riusciti a dare una mano!
      Qualora avessi dubbi, domande, curiosità, nomi, cose e città, scrivimi pure senza problemi sulla nostra paginetta Facebook!
      Chiudo dicendoti di non avere paura delle domande! Abbi più paura dei dubbi.
      un abbraccio
      Ste

      Mi piace

    • Francesco ha detto:

      Ciao ragazzi, mi chiamo Francesco e come molti di voi ho letto l’articolo di Stefano qualche mese fa.

      Non posso far altro che confermare tutto cio’ che e’ scritto su questo blog poiche’, nel luglio scorso, dopo aver chattato con lui e richiesto alcune informazioni, mi sono rivolto al mortgage centre.

      Dopo aver fissato un appuntamento con un agente referente (David),io e la mia fidanzata siamo stati delucidati sulla possibilita’ di comprare casa.

      Dopo essere usciti dall’agenzia abbiamo subito cominciato a cercare casa e, nel nostro budget di 120.000 pound ( requisito per rientrare nel Lift) e dopo aver visionato circa 6-7 appartamenti e case, ne abbiamo scelto uno in zona Saughton ( sud/ovest Edinburgh).

      Nel giro di circa 2 ore (no, non sto scherzando) dall’invio di una mia email a David con l’interesse per la casa all’offerta da noi effettuata e all’accettazione di quest’ultima dagli attuali proprietari abbiamo avviato le pratiche con l’agenzia e l’avvocato per tutta la modulistica necessaria.Ci e’ gia’ stata data una scadenza per il possesso delle chiavi e vi comunico ufficialmente che ad inizio novembre saremmo proprietari di un alloggio ad Edimburgo.

      Ringrazio Stefano affinche’ il suo blog sia utile ad altri come lo e’ stato per me.
      #scarpesciolte #edinburgh #scotland #nonvendesognimacreaopportunita’

      Piace a 1 persona

  6. Paolo69 ha detto:

    Ciao Stefano,il tuo blog è fantastico a dir poco,tua moglie su facebook me lo ha fatto scoprire qualche giorno fa’,siete entrambi fantastici ! Se ti offro una birra o una pizza o tutte e due ci possiamo vedere o scrivere in privato,per esempio per sapere se vogliono le 3 buste paga per il mutuo o il solo lift ?E se io chiedessi il lift senza mutuo cosa cambia?E se io trovo un flat o una casa da una agenzia come funziona?Grazie mille,spero di incontrati e magari scambiare due parole in centro o dove vuoi tu. Paolo

    Mi piace

    • Scarpe Sciolte ha detto:

      Ciao Paolo, grazie per i complimenti 🙂
      Per quanto mi faccia piacere incontrarci, ti rispondo autocitandomi: “non mi sono mai pentito così tanto di ascoltare il prossimo e vi dico una cosa, avete voglia di comprare casa? Andate a chiedere oggi stesso in un mortgage centre! Non ascoltate i consigli di questo o di quello e, a conti fatti, non ascoltate nemmeno me perché queste informazioni potrebbero essere valide per altri 3 mesi e poi tutto potrebbe essere diverso, in meglio o in peggio, poco importa, ma diverso”.
      Torno quindi a dirti che se ti trovi a passare per Bathgate un quattro chiacchiere le farei volentieri ma parlando del più o del meno visto che non lavoro in un mortgate centre 😉

      Mi piace

  7. Andrea Fiorini ha detto:

    Un articolo che mette positività!

    Io sono una di quelle compagne “ma perchè non proviamo???”

    Stasera farò leggere l’articolo a mio marito! E sfodererò un bel “vedi che avevo ragione!” al momento giusto!

    Mi piace

  8. Mauro ha detto:

    Ciao mio caro collega, grazie a te e grazie a mio cognato che mi ha fatto scoprire il tuo articolo, oggi posso dormire con la mia famiglia nella casa di mia proprietà!! Grazie caro… Continua così

    Piace a 1 persona

  9. Aquila Noctis ha detto:

    Geniale!!!

    Sei un grande ed apprezzo il tuo umorismo da comico professionista!

    Piace a 1 persona

  10. tappinicalcio ha detto:

    Davvero una grande guida ed un ottimo sito. Uno dei siti “tecnici” più piacevoli da leggere, complimenti vivissimi

    Mi piace

  11. Alessandra Leoni ha detto:

    Complimenti per il divertentissimo racconto! Sono Alessandra, mamma di una fortunata ragazzetta romana che sta per laurearsi ad Edimburgo è che continuerà la sua avventura scozzese con un dottorato di ricerca. Cinque anni fa si innamorò letteralmente di questa giovane e stimolante città dove ha deciso di vivere per i prossimi anni.
    Per questo motivo abbiamo cercato una casetta da acquistare e siamo ora in trattativa. Questa casa è stata appena ristrutturata, il nostro avvocato ci ha comunicato che però gli interventi strutturali furono fatti moltissimi anni fa e per questo motivo il proprietario non ne ha documentazione(?). L’avvocato sostiene che non ci sono problemi, ma io ho qualche dubbio dal momento che da noi le regole catastali sono severe. C’è da fidarsi degli avvocati a cui ci si affida? Hanno responsabilità nel caso sorga qualche problema riguardo una ristrutturazione non dichiarata? Grazie mille Alessandra e Claudia 😀
    Bella anche la pagina fb! 👍🏻

    Mi piace

    • Scarpe Sciolte ha detto:

      Ciao Alessandra!
      Purtroppo se la casa viene venduta con dei “problemi” chiaramente indicati nell’home report e anche in fase di trattativa, se succede qualcosa, sei tu e soltanto tu che devi metterci le mani.
      Valuta attentamente di richiedere, qualora fossi interessata, una consulenza da parte di una ditta di builder “esterni”.
      Specialmente se stai comnprando case che ormai sono negli “anta”, e parlo di case da 70 anni in su, in caso di problemi all’impiantistica, il sogno scozzese di tua figlia potrebbe tranquillamente trasformarsi in un incubo fatto di umidità, freddo e ratti giganti…
      Tutto questo per dirti, se non sei convinta e ci sono dei problemi seri indicati dal proprietario, fatti dare un’occhiata da chi questo lo fa di mestiere 🙂
      In bocca al lupo
      Ste

      Mi piace

      • Alessandra Leoni ha detto:

        Sei fantastico, che velocità, grazie mille. L’home report non segnala alcun problema. La casa è appena ristrutturata ed è perfetta (abbiamo addirittura tutti gli elettrodomestici e la caldaia in garanzia) Mi chiedevo solo se in Scozia è previsto un adeguamento catastale qualora il proprietario abbia spostato dei muri, e se si come potrei fare per saperlo. Più tardi vedrò di chiederlo direttamente all’avvocato nel mio pessimo inglese😰 (Mia figlia purtroppo è attualmente fuori sede). Ti faro’ sapere. Un caro saluto
        Alessandra
        P.S. In ogni caso Viva la Scozia 😉

        Mi piace

      • Scarpe Sciolte ha detto:

        Tu stai comprando casa basandoti su una planimetria pertanto, se non ricordo male, hai un paio di settimane di tempo per verificare che tutto sia “come da accordi”.
        In caso contrario il proprietario è responsabile in maniera diretta e deve pertanto sistemare a spese sue 🙂

        Mi piace

  12. Luca ha detto:

    Ciao Stefano, sono Luca. Il post è davvero esaustivo ed interessante, ma soprattutto si avvicina molto al mio caso. Lavoro in Italia e in Scozia, in seguito al mio periodo universitario in cui ho trascorso un mese circa in questa splendida terra, ho lasciato il cuore.
    Già da un pò sto valutando l’ipotesi di comprare casa ma avrei biosgno di qualche ulteriore informazione. Sempre che tu sia disponibile.
    In ogni caso ritengo opportuno ringraziarti per la condivsione dell’esperienza in quanto nella marea di informazioni inutili trovate sul web quanto da te scritto rappresenta un faro da seguire. Grazie mille. L.

    Mi piace

  13. Marcella ha detto:

    Ciao Stefano!intanto,volevo ringraziarti per il modo esaustivo che hai utilizzato per descrivere tutto,e perché mi hai fatto morire dalle risate!!!io e mio marito abbiamo appena visitato Edimburgo per la prima volta e puoi immaginare lo stupore nel vedere un mondo e una mentalità così tanto diversa dalla nostra…Ad ogni modo,a parer tuo, è complicato trovare una bottega in affitto su Royal mile per farci un ristorante siculo??e poi successivamente compare casa ma questo mi pare di aver capito che non è impossibile,anzi!!!grazie in anticipo e complimenti ancoraaaa

    Mi piace

    • Scarpe Sciolte ha detto:

      Niente è impossibile tuttavia mi verrebbe da consigliarti di lavorare per un periodo come dipendente e poi, una volta acquisIta la giusta esperienza sul come funzionano le code un Scozia, potrai decidere di fare il salto. Io suggerisco sempre un due chiacchiere con il business gateway 🙂 cercala so Google. In pratica sono dei consulenti per imprese gratuiti 🙂 in bocca al lupo!
      Ste

      Mi piace

  14. Marco ha detto:

    Ciao Stefano! Intanto ti faccio i complimenti per la leggerezza e allo stesso tempo la concretezza dell’articolo, ma soprattutto per la positività che mi hai messo, visto che in questo momento ne ho tanto bisogno. Il mio “solido” sogno è proprio quello di trasferirmi con la mia compagna, se non a Edimburgo anche alle sue porte, nei vicini dintorni. Io entro un annetto dovrei essere stipendiato dalla società (di cui detengo anche il 5%) di mio fratello, fondata in Italia. Una volta avuta questa sicurezza economica il piano è quello di mollare tutto e trasferirmi in quella magnifica terra, visto che il mio lavoro necessita praticamente solo di un computer ed internet. L’unica cosa che mi viene da pensare è – visti anche i prezzi su rightmove – se con un budget massimo di 135k sterline riuscirei a pagare una casetta calda e accogliente come me la immagino io. Non sono un patito a tutti i costi degli spazi enormi ma diciamo che non vorrei scendere sotto i 120/130 mq. E’ impossibile trovare qualcosa di decente a quel prezzo secondo te? Chiaramente mettendo in conto di non abitare certo in centro.
    E poi appunto riguardo il mio lavoro, immagino basti dimostrare la mia situazione economica, anche se la società è registrata in Italia, per permettermi questo Scottish lift, no?
    In ogni caso farò di tutto per concretizzare questa folle idea, la Scozia è un luogo che non so perchè, per come, per quando, ma sento mia nel profondo del cuore.
    Complimenti ancora e in bocca al lupo per tutto!

    Mi piace

  15. Marco ha detto:

    Immaginavo fossero più piccole dei nostri range…certo bisogna anche un po’ immedesimarsi e avere spirito di adeguamento suppongo! La felicità può stare anche in un buco in fondo, basta che sia accogliente.

    Mi piace

    • Scarpe Sciolte ha detto:

      Io dico semplicemente che prima di pensare a comprare casa dovresti farti un minimo di esperienza. Anche per vedere se la vita da immigrato ti si addice 🙂

      Mi piace

      • Marco ha detto:

        Se c’è una cosa di cui sono sicuro è che dall’Italia me ne voglio andare a gambe levate, non è il paese che fa per me…cercando altre mete ho scoperto la Scozia e da allora ho cominciato a costruirci sopra progetti. Ho quasi 32 anni e di esperienze me ne sono già fatte, tra cui l’aver vissuto (abbastanza male) a Londra. Non sono un ragazzino che fantastica e basta, sto cercando di pianificare il mio futuro.

        Piace a 1 persona

  16. Eddy ha detto:

    Ciao volevo chiederti se bisogna avere un lavoro in uk per accedere al lift (io sono in pensione in italia ma volevo trasferirmi a edinbra)

    Mi piace

  17. vincenzo ruscio ha detto:

    Non so come ringraziarti, mi hai aperto un mondo visto che abito qui ad Edinburgh da oltre un anno con la mia ragazza lavoriamo entrambi e vogliamo prendere casa ma vorrei sapere, visto che al momento non abbiamo figli, se è come potremmo rientrare in questa “modalità”. Ti sarei molto grato di una eventuale risposta!

    Mi piace

  18. Paolo ha detto:

    Ciao Stefano,volevo gentilmente chiederti se per comprare un flat (senza ne mortgage ne LIFT) visto in un’agenzia immobiliare mi conviene assoldare un solicitor che controlli che sia tutto ok l’appartamento,oppure l’agenzia che lo vende è obbligata a tutelare anche l’acquirente? Ancora una cosa;che bisogna controllare per non prendere fregature sulla casa? A volte leggo freehold,altre volte no! Aiutami almeno a chiarirmi le idee,grazie per una eventuale risposta.

    Mi piace

  19. Paolo ha detto:

    Dimenticavo:quì diverse agenzie sono dei solicitors associati…

    Mi piace

    • Scarpe Sciolte ha detto:

      Il solicitor non é un tecnico in grado di fare una perizia.
      La funzione del solicitor é quella di presentare l’offerta e far si che le carte siano tutte ok.
      La migliore opzione, secondo il mio modestissimo parere, sarebbe quella di contattare una società che, a spese tue, farà un nuovo sopralluogo e ti invierà un nuovo home report che tu poi potrai confrontare con quello fornito dall’agenzia.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

La nostra guest house

Ciao bella gente! É con estremo piacere che vi informo che finalmente la nostra guest house é pronta! Se cercate, quindi, un bel letto matrimoniale comodo con TV e Wi-Fi vi consiglio di dare un'occhiata al nostro sito web! Stefano, Federica, la piccola Ale e quel mattacchione di Totó, vi danno il benvenuto a "The Shire": la nostra guest house nel cuore della Scozia Centrale :-) www.theshireguesthouse.com

Archivio

Calendario dei post

febbraio: 2016
L M M G V S D
« Nov   Mar »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
29  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: