Fare Impresa… Un piccolo sfogo personale

4

23 febbraio 2016 di Scarpe Sciolte

Dalle mie parti si dice che un negozio é come una galera a porte aperte. Niente di piú vero purtroppo.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Un centro commerciale visto dagli occhi di uno che ci lavora (o di un marito la domenica mattina)

Vi avverto fin dall’inizio che oggi mi é venuta voglia di essere polemico in modo serio, senza fare troppe battute ne cercando di strappare sorrisi.
Preparatevi perché saró noioso, ma talmente tanto noioso che a confronto un documentario sui lombrichi potrebbe vincere il premio come miglior film d’azione (a patto che non ci sia Di Caprio nel cast).

stessioscar

Veritá celate…

Permettetemi quindi di partire dicendo che, secondo il mio modestissimo parere, una societá vincente é una societá che, oltre a tantissime altre cose, é riuscita a comprendere l’infinito valore delle imprese.
E non parlo di FIAT, piuttosto che Barilla, Nestlé o qualsiasi altra multinazionale, ma mi riferisco al termine “impresa” nel senso piú ristretto del termine oserei quasi dire al senso piú “intimo e poetico”, ovvero mi riferisco alle piccole e medie imprese che generano quella linfa vitale che fornisce l’ossigeno a tutta la nazione e che aggiunge benessere alla vita delle persone.

poesia

Quanto mi parte il momento poetico…

Saró anche un disagiato con seri problemi mentali ma sono del parere che le piccole e medie imprese non forniscono solamente “servizi”, ma arricchiscono l’ambiente in cui queste si trovano, aumentando il livello di benessere alla comunitá tutta.

napoleone

Io.

Se mi dedicate 30 secondi mi spiego meglio, promesso.
Visto che chi segue questo blog sa che non parlo praticamente mai “per sentito dire”, non posso fare altro che entrare nel merito del discorso, facendovi partecipi di eventi di cui sono stato protagonista.

mentana

Mentana sta pensando che quasi quasi sarebbe da organizzare uno speciale

Pronti? Via!

Nel mio piccolo, subito dopo la laurea, avevo avviato, nel mio paese natale, un negozietto di informatica in cui effettuavo, insieme alla mia dolce metá, praticamente qualsiasi cosa legata all’informatica: dalla vendita, all’assistenza passando per la consulenza e alla nobile e antica arte del “rimetti l’orologio sul cellulare della vecchietta che ovviamente non ti pagherá mai ma ti dirá quanto sei bravo e che lei c’ha un nipote, ma proprio tanto bravo coi computer, che lavora per la NASA, ma che non ha tempo di rimettergli l’orologio quindi si é rivolta a te che eri l’ultima spiaggia e, anche se paragonato al nipote, fai professionalmente cagare, ti fa la cortesia di farsi dare una mano, ovviamente aggratisse….”.

vecchietta

La perla del tecnico: Ricordatevi sempre che le vecchiette piú sono sorridenti, piú sono tirchie…

Fatta questa premessima mi permetto di dire che io, nel mio piccolo, portavo (o almeno ci ho provato) benessere alla mia comunitá. Questo perché se si rompe un computer o una TV o un Hi-Fi, é cosa carina per il cittadino avere la possibilitá di accedere ad un centro di assistenza senza dover peregrinare per migliaia di km manco fosse un Hobbit nel pieno della sua attivitá di “distruttore di anelli”.

frodo

Frodo il lunedí mattina

Ovviamente l’esempio puó essere riferito a qualsiasi tipo di attivitá come panifici, ferramenta, cartolerie, librerie, podologhi, rubinetterie che forniscono miscelatori, e chi piú ne ha piú ne metta.

frodo venerdí

Frodo il venerdí alle 17.30

La mia personalissima opinione é che una realtá ricca di attivitá, é una realtá felice e prospera, poi se la pensate diversamente vi auguro un mondo pieno di centri commerciali tutti uguali e tristi con la musica a palla e l’odore per ambienti talmente tanto forte da farti avere le allucinazioni.

maschera-da-unicorno

Classico avvistamento dopo un’allucinazione da centro-commerciale

Semplicemente qui in Scozia l’hanno capito ed hanno creato delle strutture di supporto alle imprese che forniscono consulenze di vario tipo e corsi (si avete capito bene corsi) completamente a titolo gratutito, senza contare forme di credito speciali per le start-up (senza alcun vincolo d’etá), forme di esenzione dal pagamento delle imposte in caso di dimostrabile difficoltá economica e tanti altri aiuti che se mi mettessi qui a parlarvi di tutto diventerei piú noioso di un inserto del Sole 24 ore.

giphy

Il sole 24 ore

Tutto questo per dire che una cosa come lo “studio di settore” qui, nella calda assolata Scozia, sarebbe motivo di linciaggio per tutta la classe dirigente.

wind

Rappresentazione per immagini dell’andare a passeggio per la Scozia in una giornata qualunque

Per coloro i quali risultino talmente tanto fortunati da non avere avuto mai a che fare con gli studi di settore, mi permetto di erudirvi nella maniera piú subdola e vergognosa possibile: a parole mie…

scatola sifonata

L’immagine random del giorno: una scatola sifonata

Il discorso é abbastanza complesso ma, non essendo un commercialista/revisore dei conti, eviteró di entrare nel dettaglio e cercheró di spiegarmi veramente come meglio posso senza fare troppi giri di parole, anche perché rischio di scrivere delle minchiate stratosferiche talmente tanto grosse da far sembrare il figlio di Bossi un laureato in neuroscienze applicate.

scame

Immagine raffigurante un dispositivo utile solamente al lavoro manuale nei campi. Alla sua destra c’é anche un trattore della SAME in vecchio stato.

E adesso non perdiamo in chiacchiere meno utile di una puntata di Mistero e spariamoci un un bell’esempio, o mio caro popolo del web!

Immaginiamo che il Sig. Paolo Splonf decida di aprire una societá di rimozione unghie incarnite nel ridente paesino di Splinf, provincia di Splanf.

Ora il discorso é semplice io, Stato, faccio uno studio (lo studio di settore) in cui ipotizzo che il sig. Splonf, con attivitá di rimozione Unghie incarnite avviata a Splinf, provincia di Splanf, guadagna 1000 soldini di cioccolato fondente Novi al mese.

novi

Svizzero? No! Novi!

Ora il discorso é ancora piú semplice. Se il sig. Splonf, a causa della crisi che noi tutti conosciamo e anche a causa del fatto che quelle stime saranno sicuramente state elaborate da un funzionario talmente tanto competente da far sembrare un bonobo con problemi mentali un saggista sull’energia nucleare, NON GUADAGNA REALMENTE 1000 soldini di cioccolato Novi al mese, ma a malapena ne guadagna 500, secondo voi, o caro popolo che in questo momento sta leggendo queste mie parole su un monitor sicuramente fabbricato in Cina, su quale tra le due cifre andré a pagare le relative tasse? Rullo di tamburi…………..

rullo

Un rullo senza tamburi

La risposta é, stupida come una puntata del grande fratello, ovvia: sulla cifra stimata dal ministero (purtroppo non quello della magia brutti babbani che non siete altro).

babbani

Un messaggio d’amore per tutti i popoli

Il risultato di una cosa cosí becera strategia di tassazione é ipotizzabile in maniera talmente tanto semplice che mi vergogno quasi a scriverlo… Ovviamente il Sig. Paolo Splonf, sará costretto ad attingere ai suoi risparmi per pagare le tasse su un utile che NON HA MAI INCASSATO e che mai incasserá da lí a breve…
Diciamo pure senza riserve che come strategia fiscale, quella degli studi di settore, é meno intelligente di una partita allo schiaffo del soldato con Gianni Morandi.

giani

Gianni e le sue manine delicate

Che infamata! Direte voi. Fermi tutti! Ma che cazzo stai a dí! Direbbe pure er pizzettaro di via della scrofa!
Fermi tutti! vi dico io… Non conoscete ancora la ciliegina sulla torta!

12305622_10207455508338228_1259258635_n

Appunto

Se a fine anno lo studio di settore non coincide con quello dichiarato dal Sig. Splonf, visto che il povero cristo ha incassato meno di quanto previsto dal sicuramente competentissimo addetto dell’agenzia delle entrate, si viene pure a subire una simpaticissima e morbidosissima verifica fiscale da parte delle altrettanto simpaticissime e morbidosissime Fiamme Gialle.

Blair Witch Project

In questa immagine potete osserver l’incredibile senso di rilassatezza di CHIUNQUE durante un’ispezione della guardia di finanza

Mi sembra pure giusto… Oltre a sfilarmi soldi che non guadagno mi mandi pure i dobermann a rendere ancora piú lieto il mio essere “imprenditore” in periodo di crisi nera…
Ma che bel sistema che abbiamo nello stivale! Ti vien voglia di iscriverti ai terroristi, come una ventina di anni fa minacciava ilcaro bidello incompreso Mario Magnotta.

Bathgate_Academy(1)

La presi e la pagai….

Vabbé bidelli ingenui a parte, questo é quello che é successo al sottoscritto e quello che é successo e sta succedendo ad un numero infinito di persone che ha avuto il coraggio (e qualcuno ancora lo sta avendo) di tenere “la bottega aperta”. Purtroppo questa guerra al massacro ha portato al risultato, nel mio personalissimo caso, che oggi vi sto scrivendo e raccontando le mie gesta fuori dall’italico territorio e, passatemi la parolaccia, in culo a equitalia!

leghista

Anche Borghezio sembra avercela con equitalia… O forse era un summit gay? Boh…

Cosi facendo, il simpatico stato che diede i natali a Dante e Leonardo, ha perso, solo con la mia chiusura, 5000/6000 € l’anno, senza contare che, sul territorio, c’é una famiglia di consumatori in meno che distribuisce il proprio utile nelle tante altre imprese, dando origine a quella che io, nella mia infinita conoscenza di quella materia di studio accademica definita come “Economia internazionale applicata ai poveracci che sputano sangue per arrivare alla fine del mese”, definisco “Reazione a catena”.

genovese

Una foto incredibilmente rara di una catena senza reazione

Dopo questo sfogo da nervoso (sará il buco dell’azoto….) mi viene da ammettere che non questo non é il solito articolo in cui parlo di cose, racconto di prassi e procedure, e mi accorgo solo adesso che forse queste quattro righe sgrammaticate sono piú per me che non per voi, abbiate pazienza…

qualquadra

Senpa zarole

Prendetelo semplicemente come uno sfogo di frustrazione e ignoratemi, come si fa con un parente che si lamenta di avere ogni dolore e malattia conosciuta dal genere umano.
Vi prometto che con il prossimo articolo recupero!!!!
Nel frattempo se anche a te é piaciuto questo mio insolito (per chi non mi conosce) lato polemico, approfittane condividendo queste mie ormai preziosissime perle letterarie su ogni social network a cui hai accesso! Fallo senza riserve e ti assicuro che il rischio di cataratta in terza etá diminuirá del 37,4% (studi clinici non effettuati su anziani vivi lo dimostrano).
Condividi e anche tu potrai dire un giorno ai tuoi nipoti “Io CERO”.

io cero

Io CERO

Un abbraccione polemico
Ste

 

Annunci

4 thoughts on “Fare Impresa… Un piccolo sfogo personale

  1. lauryn77 ha detto:

    studi di settore…che odio. sto attendendo di riaprire partita iva per farmi due risate…ma mi sa che non la riapro, non mi avranno più 🙂

    Mi piace

  2. Riccardo ha detto:

    Uno sfogo è sempre lecito, mi hai dato più info tu nei tuoi blog che un anno di ricerche! Grazie!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

La nostra guest house

Ciao bella gente! É con estremo piacere che vi informo che finalmente la nostra guest house é pronta! Se cercate, quindi, un bel letto matrimoniale comodo con TV e Wi-Fi vi consiglio di dare un'occhiata al nostro sito web! Stefano, Federica, la piccola Ale e quel mattacchione di Totó, vi danno il benvenuto a "The Shire": la nostra guest house nel cuore della Scozia Centrale :-) www.theshireguesthouse.com

Archivio

Calendario dei post

febbraio: 2016
L M M G V S D
« Nov   Mar »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
29  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: