Dottore chiami un dottore! parte 2: dal dentista

4

14 settembre 2015 di Scarpe Sciolte

Questa volta inizio a scrivere con tutte le piú buone intenzioni di questo mondo.

grinch

Le piú buone intenzioni di questo mondo…

Voglio fare un articolo breve, diretto e senza troppi fronzoli. Praticamente l’esatto opposto di un discorso di Renzi in preda a delirio mistico.

renzi

Renzi in un momento di massima riflessione

In queste ultime 3 settimane ho avuto l’enorme piacere di provare un mal di denti talmente forte che a confronto il parto è una passeggiata di piacere per boschi….

Sunburst in natural Spruce Forest, near the Ground - Fairytale Mood

Una rarissima foto di un bosco

Indeciso sul cosa fare mi butto online e comincio a leggere, avido come Jhonny 5, tutto quello che passa il convento.

jhonny

Lacrima di malinconia…

Devo ammettere che la prima cosa che mi era venuta in mente era il conto. Ancora prima del problema dovevo affrontare la possibilità di restare povero cosí di getto e senza un preavviso, a causa di un conto talmente salato da far sembrare il cloruro di sodio un potente dolcificante a base naturale.

Questo per lo meno era la mia idea visto che chiunque leggerá queste pagine avrà sicuramente idea dei prezzi dei dentisti in Italia…

dentista

Rappresentazione nemmeno tanto metaforica di un dentista italiano

Vabbé partiamo per gradi e iniziamo senza perdere altro tempo.

In Scozia una bella percentuale di dentisti sono convenzionati con l’NHS (il servizio sanitario nazionale) e i pazienti hanno la possibilitá di scegliere tra una prestazione pubblica e una privata.

Non credo che serva ma io, nonostante le mie infinite ricchezze che incessantemente sto accumulando nel cuore di Erebor, ho optato per la prestazione pubblica.

scatolone

Rappresentazione delle mia sconfinata opulenza

Ora la domanda che vi potrebbe balenare nella scatola cranica sicuramente sarà: che differenza c’è?

Bella domanda!!! Non ne ho la piu pallida idea! Quello che so è che quando opti per la prestazione privata hai tempi d’attesa nettamente inferiori e il conto è particolarmente piú salato.

Ora non só se cambi pure il tipo di prestazione perchè non ho avuto il piacere di farmi trapanare i denti sotto prestazione privata e, dovesse ricapitare che il mal di denti mi assalga di nuovo, potermmo tutti organizzare una raccolta fondi con lo scopo scientifico di documentare una prestazione privata con tutto il popolo di internet. (Per chi fosse interessato posso mandare l’iban via messaggio privato).

birbante

Direte voi…

In pratica, tornando a noi, mi sono buttato in rete e ho trovato vicino casa un dentista convenzionato con l’NHS: Il Great Junction Dental Practice.

Nonostante riesca a fiutare a pelle la vostra avidità nello scoprire la mia interessante storia che parla di carie e colpi di scena a base di otturazioni e tubetti aspira saliva, vorrei prima fare un punto abbastanza serio riguardo le emergenze.

fant

Rappresentazione fantozziana del mal di denti

Le emergenze a livello dentistico qui a Edimburgo, vengono gestite dal Chalmers Dental centre che, da quello che mi hanno raccontato, ti risolvono (o ti tamponano) il problema gratuitamente, ma solo per la prima volta che ci si presenta. Da li in poi diventi un “cliente pagante come tutti gli altri”. Non posso garantire per questa informazione perché al centro di Chalmers non ci sono mai stato e, per stavolta, nonstante non sia il mio solito modus operandi, parlo per sentito dire…

Che amarezza, che smacco! quoque tu brute fili mei!

sgarbo

Pure Sgarbi c’é rimasto male… CAPRA! CAPRA! CAPRA!

Vabbé torniamo alle “esperienze”. Dopo due giorni di dolore tipo parto, vado dal dentista e spero di poter rimediare due tenagliate d’emergenza vista la situazione e, invece, una simpatica signora mi chiede di compilare un modulo apposito e di prenotare la visita. Insisto sull’eventualitá di una visita d’urgenza e la simpatica tipa alla reception mi invita a compilare i moduli ed a smaterializzarmi…

Il risultato di cotanta gentilezza e disponibilitá si è palesato sotto forma di appuntamento a 7 GIORNI DI DISTANZA.

very-angry-man-shutterstock

Il mio stato d’animo mentre dialogo con la gentile tipa alla reception

Nonostante le intenzioni di produrre sul cranio della signora la stessa sensazione di malessere che stavo provando a causa dei denti, me ne ritorno a casa consapevole che avrei dovuto dipendere da naprossene per i successivi 7 giorni…

doctor house

Anche il dottor House, prima del Vicodin, ha cominciato con il naprossene…

Alla fine dopo un paio di pasticche il dente si “sfiamma” e convivo con il fastidio e con l’impossibilitá di mangiare da un lato della bocca per tutta la settimana.

A forza di cose ‘sto benedetto Martedí arriva e, allegro e spensierato come un paracadutista in pieno atterraggio sopra un campo di cactus, poggio la mano sulla scritta PUSH e entro dentro lo studio.

porta

La porta di ingresso del dentista…

Mi accoglie il dott. Valerio, livornese DOC, che mi fa la sua visitina e mi conferma che ho una bella carie tra due denti che è talmente infiammata che mi ha contagiato pure l’unghia del piede sinistro…

piede

Una rarissima immagine di un piede destro (il sinistro è introvabile…)

Mi dice che ci vuole un’otturazione e con la scusa mi consiglia la pulizia dei denti.

Nonostante la paura di diventare improvvisamente povero fosse fortissima, mi convinco della necessitá della cosa e do l’OK speranzoso che avremmo iniziamo a trapanare e scorticare subito.

Beato a te! Direte voi…

Eh giá! Rispondo io…

Un’altra settimana d’attesa!

bestemmia

A volte essere civili è molto complicato

Stordito dalla notizia, mi ritrovo fuori dallo studio con una ricetta per 5 giorni di cura antibiotica.

Rimuginando sul fatto che avrei comunque combattuto per un’altra settimana con quel simpatico e gioioso mal di denti, mi appropinquo passo passo verso la prima farmacia utile: la Lloyds Pharmacy al foot of the walk.

elmo

Un Elmo completamente casuale ed estraneo al testo

Sorridente come un collaudatore di materassi in preda ad una forte insonnia entro e mostro la ricetta alla simpatica farmacista.

La tipetta, magra come un insetto stecco a digiuno da 6 mesi, mi chiede di attendere dieci minuti. Ne approfitto per sedermi su una poltroncina simil-vittoriana color carta da zucchero palesemente finta come una banconota da 3 €.

3euro

Combattere la crisi? Ecco il mezzo!

Dato che sono un tipo la cui pazienza è rinomata in tutta la galassia, dopo un circa 3 minuti, esco dalla farmacia con l’intento di fare due passi.

Il risultato dei due passi sono 15 minuti di ritardo e uno sguardo non molto amichevole da parte dell’ibrido mitologico chiamato farmacistecco. Vabbé me ne esco senza pagare nulla con una boccettina contenente l’equivalente della cura prescritta: 15 pasticche da 250 di amoxicillina (3 pasticcozze al dí per 5 giorni).

Piccolo fuori programma: Dante disse “Lasciate ogni speranza o voi ch’entrate”, io direi “Lasciate il vostro nome o voi che vi britannizzate”… Purtroppo ho sentito storpiare il mio nome e cognome in ogni modo concepibile dalla lingua umana e animale e, persino nello scritto qui in Uk non badano a spese! Sulla simpatica bottiglietta di antibiotici il mio nome era stato probabilmente scritto da un bonobo monco, con forti lacune al campo visivo e a cui non stavo particolarmente simpatico.

1280px-Llanfairpwllgwyngyllgogerychwyrndrobwllllantysiliogogogoch-railway-station-sign-2011-09-21-GR2_1837a

Il mio nome quando mi dice bene

Vabbé alla lunga ci si fa l’abitudine… peró che palle…

Fine fuori programma!

Facciamo adesso un salto temporale di 7 giorni e catapultiamoci al giovedí successivo.

tumblr_m19nfpnqg91r3ovdbo1_500

Il dottore non guasta mai

L’appuntamento era stato fissato, per me e per la mia compagna, alle 8 di mattina. Il dentista avrebbe prima armeggiato con i miei simpatici dentini e poi successivamente con quelli della mia compagna che era lá solo per il primo check up.

Onde evitare eccessi di logorroicità, non vi staró a raccontare tutte le torture che mi sono state fatte ma alla fine me ne sono uscito con la pulizia dei denti e la carie risolta. Sono stato anche fortunato che la carie era bella nascosta e per risolvere il problema ho dovuto fare una bella doppia anestesia che, si sa, fa sempre un gran piacere. Specialmente quando devi sputare l’acqua per sciacquarti e ti sbrodoli manco fossi appena stato operato al labbro leporino.

Vabbé esco io, mi dó il cambio tipo tekken tag con la mia compagna e mi metto seduto cercando di riprendere sensibilitá alla faccia intorpidita.

Lei alla fine si è meritata una doppia lastra con successiva pulizia.

Per chiarezza di informazioni il mio caro dentista Nicola, da cui andavo in Italia, mi faceva una pulizia dei denti che questa a confronto era come se mi stessero lanciando palate di fango in faccia ma non ci si puó lamentare dopotutto. I denti sono puliti e posso di nuovo sfoderare il mio sorriso a destra e manca, manco fossi un rappresentante di colluttorio, all’ingresso di un discount, a cui mancano 3 vendite per raggiugnere il target mensile.

Vabbé io a questo punto andrei verso la chiusura di questo articoletto comunicandovi la cosa che piu vi sta a cuore, sicuramente piú della mia salute dentale: il conto.

Io me la sono cavata con 12 sterline per la carie e 18 per la pulizia, per un totale netto di 36 sterlozze. Federica invece ha speso piú o meno 18 sterline per la pulizia e le due lastre.

Sempre per chiarezza di informazioni, per la mia otturazione, che é costata meno di un film scrauso che trovi nei cestoni dei supermercati, ho optato per l’uso del composito in piombo anziché il composito bianco candido e lucente fatto con la polvere di unicorno. Perché? Vi starete chiedendo avidi di conoscenza, manco foste in quel periodo senza fine localizzato esattamente tra la prima e la seconda stagione di una serie che vi sta prendendo parecchio. Il motivo, cari curiosoni é mooooolto semplice. Il piombo la regina te lo passa, l’unicorno no!

E piombo sia allora!

In pratica il sunto é molto semplice: alcuni trattamenti rientrano come “di base” e vengono passati, o almeno parzialmente sovvenzionati, dall’NHS e altri invece ce li dobbiamo pagare di tasca nostra.

Peccato peró… Io volevo rifarmi tutto il sorriso a spese del piccolo George 😉

Alla prossima gente e, preso da una morandite acuta, vi mando un abbraccio.

Ste

Se come sempre hai trovato i miei articoli una delle cose piú belle in natura, non aspettare! Clicca qua sotto sul tastino di facebook e fai si che il mio verbo venga condiviso nel mondo. Non tenerti tutto per te! Iscriviti al mio profilo Instagram, sulla mia pagina Twitter, su quella Facebook!

In pratica diciamo pure che i mezzi non ti mancano quindi.. Forza tutti all’opera!!!

Annunci

4 thoughts on “Dottore chiami un dottore! parte 2: dal dentista

  1. Francesca ha detto:

    Ciao! trovo il tuo blog molto interessante e i tuoi articoli sono sempre molto divertenti, mi faccio quattro risate quando li leggo 🙂 Da “esperta” del settore ti dico che l’NHS va bene finché sono otturazioni, quando si parla di cose più complicate (la ricostruzione di un dente, magari in ceramica) ti consiglio di andare da un privato.. I lavori che i laboratori fanno per l’NHS sono di una qualità veramente scadente e uguali per tutti (cioè attenzione all’estetica zero, prega quindi il tuo dio non romperti un frontale.. potresti trovarti con una piastrella del bagno al posto di un incisivo!) Vale la pena investire in un lavoro fatto bene e che poi nel tempo non ti darà problemi.
    Detto questo anche in Italia ci sono delle cliniche dentali pubbliche, paghi il cosiddetto tiket e te la cavi senza svenarti, avendo anche una qualità discreta dei manufatti che poi ti saranno messi in bocca! Parola di odontotecnico! 🙂

    Mi piace

  2. Enrico Nasolini ha detto:

    Blog ricco di informazioni utili e divertente!
    Una piccola domanda: il piombo non è giusto un tantino, ehm, velenoso?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

La nostra guest house

Ciao bella gente! É con estremo piacere che vi informo che finalmente la nostra guest house é pronta! Se cercate, quindi, un bel letto matrimoniale comodo con TV e Wi-Fi vi consiglio di dare un'occhiata al nostro sito web! Stefano, Federica, la piccola Ale e quel mattacchione di Totó, vi danno il benvenuto a "The Shire": la nostra guest house nel cuore della Scozia Centrale :-) www.theshireguesthouse.com

Archivio

Calendario dei post

settembre: 2015
L M M G V S D
« Ago   Nov »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: